MOLESTIE E MINACCE PERCHE’ LEI NON NE VUOL SAPERE DI LUI, PREGIUDICATO FINISCE IN CARCERE

| 28 Agosto 2018 | 0 Comments

(e.l.)______Già sottoposto al regime di sorvegliato speciale, in quanto ritenuto elemento di spicco del clan locale della Sacra Corona Unita, Michele Coluccia, 59 anni, di Noha di Galatina, ieri sera è stato arrestato con l’ accusa di atti persecutori nei confronti di una donna.

Gli agenti della Polizia di Stato sono intervenuti in seguito alla richiesta di aiuto da parte della vittima, una giovane signora di 30 anni, madre di due bambini, che ha raccontato di essere perseguitata, molestata e minacciata da tempo, perché non ne aveva mai voluto sapere delle ripetute avances del pregiudicato.

La cena si è ripetuta alla presenza dei poliziotti: molestatore da una parte, vittima, visibilmente scossa, anche per la presenza di una figlioletta, impaurita, suo padre e suo marito, nel frattempo giunti a sua difesa, dall’ altra.

Per il molestatore è scattato l’ arresto in flagranza di reato.

Il sostituto procuratore della Repubblica di turno ne ha disposto il trasferimento nel carcere di Borgo San Nicola (nella foto).

 

Category: Cronaca

Lascia un commento