banner ad

COSA E’ CAMBIATO DA UN’AMMINISTRAZIONE ALL’ALTRA?

| 6 ottobre 2018 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Il presidente dell’ associazione Sportello dei Diritti Giovanni D’Agata ci manda il seguente comunicato.______

Cambia l’amministrazione ma non cambiano degrado e pericoli a Lecce nella Zona Tribunale di viale De Pietro: “campo di battaglia” per pedoni e disabili. Lo “Sportello dei Diritti”: s’intervenga.

 

Lo abbiamo denunciato più volte noi dello “Sportello dei Diritti”, ma pare che a Lecce cambino le amministrazioni, ma non cambia ancora il livello d’attenzione verso la tutela del decoro urbano e di coloro che hanno difficoltà di locomozione.

La prova è data dal fatto che più di un anno fa, correva l’8 febbraio 2017, sul finire del “Governo Perrone”, rilanciammo a seguito di denunce di cittadini la situazione della zona circostante il Tribunale di Lecce di viale De Pietro: una sorta di campo di battaglia in pieno centro cittadino per pedoni e disabili. Già all’epoca evidenziammo come non si trattasse di una sola via, ma di tutta la zona nelle vicinanze del tribunale penale tra viale De Pietro, via Calabria, via Stampacchia, e fino alla piazzetta Peruzzi, area ad altissimo “traffico” pedonale, soprattutto per la presenza degli uffici giudiziari del tribunale, della Corte d’Appello, della Procura della Repubblica e dove fino a poco tempo fa vi era la sede universitaria del Parlangeli.

E la situazione di totale degrado e abbandono che è stata più volte segnalata, dobbiamo constatare, purtroppo non è per nulla cambiata.

Nessuna delle necessarie opere di riqualificazione o solo di sistemazione che sono state più volte preannunciate per consentire di percorrere a piedi, in tranquillità, la zona in questione, senza rischiare la salute o ancor peggio rinunciarvi a transitarla anche se lo si deve fare per recarsi nei luoghi, le aule giudiziarie, dove dovrebbero essere tutelati i propri diritti.

Sì rinunciarvi. Perché il problema più eclatante è che non esistono rampe d’accesso per i disabili e gran parte dei tratti di marciapiede, non solo già risultavano impraticabili per essere troppo stretti per coloro che sono su carrozzella.

Ma ancor peggio. La situazione si è aggravata a seguito della caduta e del taglio dei pini che hanno reso pressoché impossibile un percorso che era già ad ostacoli – a causa di passaggi troppo stretti, mattoni rotti da anni, voragini, tronchi tagliati, radici e pali della segnaletica stradale inopinatamente installati – e che si è inevitabilmente costretti a percorrere a piedi perché viale De Pietro non presenta, ad oggi, aree di sosta veicolare utilizzabili.

Le fotografie postateci sono ancora una volta più eloquenti delle parole e solo un intervento serio di manutenzione straordinaria potrà eliminare questo scempio e rendere effettivamente fruibile l’intera zona.

Si dimostri, quindi, che il cambiamento amministrativo auspicato e promesso è davvero iniziato.

Category: Cronaca, Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento

banner ad
banner ad