“Non è uno sport, è una guerra” / UN ALTRO MORTO IMPALLINATO. E BASTA! BASTA VITTIME UMANE, BASTA STRAGE DI ANIMALI!! LA CACCIA VA BLOCCATA SUBITO!!!

| 11 novembre 2018 | 0 Comments

(e.l.)______Un’ altra vittima, l’ultima in ordine di tempo, dei morti, esseri umani, dovuti alla caccia. Oramai è un stillicidio continuo. Fermiamola! Il governo emani un decreto legge, per bloccarla, in attesa di dettare nuove linee – guida alle Regioni in senso restrittivo e limitativo. Se non, per abolirla del tutto.

Ieri, durante una battuta di caccia, è morto un pensionato di 63 anni, Fulvio Ceccanti, di Bientina, raggiunto da un colpo sparato da un suo amico, ora indagato per omicidio colposo.

E’ l’ottava vittima in nemmeno tre mesi, da quando si è riaperta la stagione venatoria, olte a numerosi feriti.

 

Torna alla carica l’ on. Michela Brambilla, di Forza Italia: “Credo sia arrivato il momento di abolire la caccia: è un bollettino di guerra, con 217 morti e 804 feriti in undici stagioni di caccia, e tutto questo per qualche migliaio di signori che incredibilmente si divertono a togliere la vita a meravigliose creature innocenti. 

 

Ogni week end la caccia genera un vero e proprio bollettino di guerra, è giunta l’ora di approvare le mie proposte di legge per limitare questa attività crudele verso gli animali e pericolosa per gli uomini! Divieto di caccia nel week end, raddoppio delle distanze di sicurezza e soprattutto istituzione dell’omicidio venatorio sono i primi passi verso la cancellazione totale”.

 

La Lav, la Lega anti vivisezione, ha aperto una raccolta di firme per chiedere l’abolizione della caccia «Anche noi abbiamo chiesto la sospensione dell’attività venatoria nelle undici regioni che hanno chiesto lo stato di calamità dopo il maltempo. Ma il problema, purtroppo, non è solo ambientale e di uccisione di milioni di animali, ma sta diventando anche di sicurezza pubblica. Dopo le prime morti di quest’anno, il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, aveva chiesto lo stop della caccia la domenica, ma purtroppo nessuna regione gli ha dato ascolto. E adesso contiamo un’altra vittima. Non parliamo di incidenti, dunque, ma di un’attività pericolosa anche per gli uomini e che dunque va abolita».______

LA RICERCA nei nostri articoli del 16 e 30 settembre, del 21, 29 e 30 ottobre , e dell’ 8 novembre scorsi

“Non è uno sport, ma una guerra”. SI’, E’ UNA INUTILE CRUDELTA’, UN CRIMINE CONTRO NOSTRA MADRE NATURA. L’ ENTE NAZIONALE PROTEZIONE ANIMALI CHIAMA ALLA MOBILITAZIONE, E IERI LA LEGA ANTI VIVISEZIONE E’ SCESA IN PIAZZA A FIRENZE CONTRO LA CACCIA E I CACCIATORI

“Non è uno sport, ma una guerra”. CACCIATORE MIRA AL CINGHIALE E UCCIDE CON UNA SCARICA DI PALLETTONI IN PANCIA UN POVERO RAGAZZO DI 19 ANNI CHE PORTAVA A PASSEGGIO IL CANE NEI BOSCHI DI APRICALE. DA TUTTA ITALIA PARTE L’ APPELLO URGENTE AL GOVERNO PER FERMARE SUBITO LA STAGIONE VENATORIA

“Non è uno sport, ma una guerra”. UN’ALTRA VITTIMA IERI A RIETI, E’ LA TERZA IN DUE SETTIMANE. INTANTO ANCHE NEL NOSTRO SALENTO I CACCIATORI SPARANO “come nel Kossovo in guerra”, RISCHI PER TUTTI, E INCIDENTE SFIORATO NELLE CAMPAGNE FRA TREPUZZI E SQUINZANO

“Non è uno sport, è una guerra” / L’ ON. MICHELA BRAMBILLA SCATENATA CONTRO I CACCIATORI: “E’ ora di porre fine ad un’attività crudele e violenta che uccide gli animali e anche le persone”. E CINQUE ASSOCIAZIONI INCHIODANO CON RICHIESTE PRECISE I SENATORI CHE STANNO PER DISCUTERE IL DECRETO LEGGE ‘SICUREZZA’

“Non è uno sport, è una guerra” / MA GUARDA UN PO’ QUANTI RAMBO SALENTINI DA STRAPAZZO CHE SE LA PIGLIANO CON I POVERI UCCELLI INDIFESI, E PER DI PIU’ CONTRAVVENENDO ALLE DISPOSIZIONI DI LEGGE! INTANTO QUESTI QUATTRO SONO STATI ‘BECCATI’ DAI CARABINIERI

“Non è uno sport, è una guerra” / MAXI CONTROLLI SULL’ESERCIZIO DELL’ATTIVITA’ VENATORIA DA PARTE DEI CARABINIERI FORESTALI DI LECCE IN TUTTA LA PROVINCIA: SEQUESTRI E DENUNCE A CARICO DI TRE PERSONE

 

Category: Cronaca, Politica

Lascia un commento

banner ad
banner ad