banner ad
banner ad

MAGRI’ ARREDA ACCUSATA DI LAVORO IN NERO

| 6 dicembre 2018 | 0 Comments

(e.l.)______Paghe ai dipendenti più basse del dovuto, buste paga falsificate al rialzo, ricevute false di somme di denaro mai date effettivamente, ferie fasulle maturate ma mai godute e altre tristi irregolarità ai danni dei dipendenti, veri e propri illeciti penali, complici due rappresentanti sindacali.

Un quadro da terzo mondo, quello disegnato dalla Guardia di Finanza di Brindisi, per Magrì Arreda, azienda di Francavilla Fontana (nella foto) con altre sedi in tutta Italia.

I due titolari, Vincenzo Magrì, 65 anni, e la moglie Maria Luisa Scatigna, 45 anni, sono stati arrestati.

Si trovano ora ai domiciliari.

Nei loro confronti è scattato anche il sequestro a titolo preventivo di beni mobili e immobili per un valore di 1.200.000 euro.

Ci sono altre sette persone indagate a piede libero.

 

Category: Cronaca

Lascia un commento

banner ad
banner ad