POCHI CENTIMETRI DI NEVE A MELENDUGNO, ED E’ CROLLATO TUTTO. ECCO LA ‘SICUREZZA’ DELLE STRUTTURE TAP E LA ‘CURA’ CHE HANNO PER IL NOSTRO TERRITORIO

| 4 gennaio 2019 | 0 Comments

(Rdl)______Da pochi minuti circola sui social la foto che riproduciamo, relativa al crollo del così detto canopy, la protezione degli ulivi superstiti ai lavori del cantiere Tap espiantati e posti nei pressi della Masseria del Capitano, a Melendugno.

Sono arrivate già alcune reazioni.

Ecco quella delle mamme No Tap:

ENNESIMA CONFERMA (SE ANCORA CE NE FOSSE BISOGNO) CHE ITALIA GODE DI CREDIBILITA’ PARI A ZERO!

“TAP si prende cura degli ulivi in tutte le fasi dei lavori, rispettando le migliori pratiche agronomiche.” Tap Italia 20 dicembre 2018

Melendugno, masseria del Capitano, 4 gennaio 2019.
A seguito di pochi centimetri di neve, il canopy che ospitava gli ulivi espiantati ha ceduto rovinosamente sugli alberi. Quale credibilità può avere TAP?

 

Ed ecco quella del Comitato No Tap:

LA SUPER TECNOLOGICA SERRA DI TAP È CROLLATA!!!
Ne abbiamo sentite tante sullo straordinario “canopy” di TAP, tanto che alla fine anche noi ci eravamo quasi convinti che fosse l’indistruttibile supereroe salva ulivi.
Poi però è arrivata una nevicata…

Del resto, anche TAP per sentito dire è un opera utile e indispensabile. Poi è arrivata la verità…

Category: Cronaca

Lascia un commento