banner ad

MANIFESTO CHOC, A SOLETO E’ TORNATO L’INCUBO DEL MEGA IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO INDUSTRIALE, PROGETTO CHE SEMBRAVA DEFINITIVAMENTE ABBANDONATO. ECCO LA CRONISTORIA DELLA VICENDA

| 10 aprile 2019 | 0 Comments

di Serena Fiorentino______

Agli inizi del 2015 si affacciò per la prima volta in quel di Soleto un progetto di impianto di compostaggio industriale anaerobico da 30000 tonnellate annue di rifiuto. Da subito la popolazione iniziò ad informarsi e a far emergere tutte le criticità di tale progetto.

I primi tre mesi di quell’anno furono caratterizzati, da una parte, da banchetti informativi, convegni ed addirittura comizi in pubblica piazza con tanto di deputati e senatori della Repubblica contrari al progetto; dall’altra, da incontri con ingegneri e “gita “ a Salerno in pullman (organizzata dall’amministrazione comunale) per vedere quanto bello e pulito fosse un’impianto simile a quello che si sarebbe andati ad ospitare sul territorio comunale.

Chiuse le danze, il progetto sparì nelle stanze della Regione e non se ne parlò più per anni. I contro probabilmente erano eccessivamente superiori ai pro.

Ma, durante l’estate del 2018, ecco riaffacciarsi all’orizzonte un nuovo progetto, questa volta per un impianto industriale simile, ma non più da 30000 tonnellate di rifiuto annuo, bensì addirittura da 50000. E da quei giorni ripartì il balletto, con tanto di articoli sul giornale in cui lo stesso Sindaco di Soleto tesseva le lodi di questo nuovo progetto e nuove evidenze contrarie, anche da parte dell’ISDE (associazione medici per l’ambiente).

Di lì a poco la cittadinanza fu convocata presso la sede del centro anziani cittadino, dove lo stesso sindaco comunicò il ritiro della disponibilità ad ospitare tale impianto precedentemente data alla regione dal comune di Soleto.

Ad oggi, dell’ormai tristemente famoso impianto di compostaggio industriale, a Soleto non se ne è più parlato…

…Fino a ieri, quando, a campagna elettorale per le prossime amministrative praticamente già aperta, spunta questo grande manifesto sui muri del ridente paesino nel cuore del Salento.

Cosa avranno in serbo i contendenti delle seggiole nel nuovo consiglio comunale?

Category: Cronaca, Politica

Lascia un commento

banner ad
banner ad