banner ad

ANDARE OLTRE SUL PROBLEMA SICUREZZA. DICHIARAZIONI DI ELENA GABALLO E DI MASSIMO FRAGOLA

| 10 giugno 2019 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Andare Oltre Lecce ci manda il seguente comunicato______

E’ stato registrato nelle ultime ore un nuovo episodio di violenza in città – ha dichiarato Maria Elena Gaballo (nella foto), Segretario cittadino di Andare Oltre – La questione sicurezza a Lecce è diventata una vera e propria emergenza e rappresenta una netta regressione con sviluppi nefasti anche su economia, commercio e turismo. Andare Oltre è intervenuto più volte per evidenziare la problematicità di un fenomeno che probabilmente è stato a lungo trascurato – continua Gaballo – chiedendo interventi immediati e proponendo anche delle soluzioni temporanee. Ad oggi nulla è stato fatto e i leccesi continuano ad avere paura”.

 

Già nell’aprile 2018, in occasione dei disordini verificatisi nella movida leccese, invitai l’Amministrazione Salvemini ad intervenire con disposizioni urgenti e mirate sulla questione sicurezza in città – dichiara Massimo Fragola, Coordinatore provinciale di Andare Oltre – senza ottenere un risultato tangibile. In quella occasione ribadì la necessità di convocare un tavolo urgente tra Sindaco, Prefetto e Questore per dare seguito all’accordo già siglato a febbraio 2018 tra Istituzioni e Forze dell’Ordine. Proposi, inoltre, un “diverso impiego” della Polizia Locale e la previsione di un “poliziotto di quartiere” in grado di vigilare in determinate zone c.d. calde della città. Nulla è stato fatto. Nel mese di dicembre 2018 il mio Movimento politico è intervenuto nuovamente – continua Fragola – promuovendo la campagna di sensibilizzazione #liberiamoitreni, per il recupero della Stazione ferroviaria e dell’area antistante, più volte teatro di episodi di violenza efferata, in orari pomeridiani e serali, alla presenza dei cittadini e dei negozianti. I risultati non sono arrivati nemmeno quando abbiamo chiesto una intensificazione dei controlli in occasione del lancio di una bottiglia incendiaria in Via Cavallotti nell’aprile scorso. Mi auguro – conclude Fragola – che il Sindaco Salvemini la smetta di fare il gioco dello struzzo e tiri fuori la testa dalla sabbia, possibilmente prima che ci scappi il morto”.

Category: Cronaca, Politica, Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento

banner ad
banner ad