BEN RITROVATA, DEA TRANS! A MARTANO IL 29 AGOSTO

| 3 agosto 2019 | 0 Comments

di Giuseppe Puppo_______

E’ stata una scommessa vinta, si può dire, ora.

Un ‘pienone’ alla ‘prima’ del Teatro Apollo, lo scorso 4 dicembre, fra incanto e commozione, queste le reazioni prevalenti nel pubblico e nella critica, quale risposta allo scetticismo, chiamiamolo così, con cui la nostra proposta era stata inizialmente accolta, e che aveva finito per contagiare anche noi…Come dimenticare il panico del giorno prima? dissoltosi alla vista degli spettatori che gremivano tutti quanti i posti disponibili, cinque minuti prima che nel buio si alzasse il sipario.

Lo è stato per me, che per la prima volta avevo scritto un soggetto ‘popolare’, pur senza con ciò voler rinunciare ai contenuti ‘impegnati’, e chissà poi perché i due concetti debbano generalmente essere ritenuti incompatibili.

Lo è stato per Ivan Raganato, nelle vesti en femme di interprete di Carlotta Paiano (nella foto) e pure di regista dello spettacolo.

Lo è stato per gli attori che hanno interpretato i vari personaggi, un sogno fattosi splendida realtà, e per tutti quelli che ci hanno regalato con entusiasmo il proprio contributo artistico e professionale, Nandu Popu, Max Persano, Chiara Evangelista, i tecnici, tutti quanti.

 

Da allora, parlo ora per me, ovvio, è come se mi fossi voluto allontanare da Carlotta, perché non volevo adagiarmi sugli allori dei riconoscimenti,  tutt’altro, e proprio per questo mi sono messo di buzzo buono a lavorare al prossimo spettacolo teatrale, ora già in cantiere di realizzazione, facendo tesoro della preziosa esperienza maturata.

Ho seguito distrattamente anche le richieste, le domande, i contatti che nel frattempo mi sono  arrivati, direttamente, o indirettamente, da tutta Italia. Vedremo, anzi, vedranno i produttori…Da allora, in questi mesi, ci sono state diverse repliche, che il Maestro ha espressamente voluto tenere nel suo – come definirlo? – covo artistico, laboratorio teatrale, culla famigliare, di Scena Muta a Copertino, logisticamente ristretto, per quanto emotivamente prestigioso. Ha fatto bene. Ne hanno giovato anche tutti gli attori per maturare sicurezza e disinvoltura nei loro ruoli, oramai rodati, convinti e convincenti.

Ma adesso è tempo di andare oltre.

 

Apprendo con soddisfazione che La Dea Trans andrà nuovamente in scena, unica replica estiva in programma, giovedì 29 agosto, ore 21.30, a Martano, all’ anfiteatro comunale (info line e prenotazioni telefonando al numero 327 3773846), per l’organizzazione di Alta Quota Menagement in collaborazione con Danilo Prete.

Un’altra scommessa, tutta da affrontare.

 

Lo spettacolo, per le caratteristiche della location, cerca di nuovo il grande pubblico.

Lo fa poi in un luogo, gestito anche nelle sue installazioni e organizzazioni artistiche dall’ ’amministrazione comunale, che ha già accolto spettacoli teatrali vincitori di diversi importanti premi, uno spazio di condivisione, nel cuore di una cittadina decisamente da visitare, nei suoi vicoli e nelle sue zone più antiche, magari sarà questa pure l’occasione per scoprirla, o riscoprirla.

 

Fra l’altro, saremo nel cuore della Grecìa salentina e lo dico col sorriso sulle labbra, come se fosse stato un segno del destino: nel mio testo la parte della prefica interpretata dall’attrice Sandra Maggio è stata scritta in griko…

I segni del destino…

Scoprimmo con emozione che il giorno della prima, il 4 dicembre, data casuale, coincideva neanche ad averlo fatto apposta con il compleanno di Carlotta.

Bene, ho controllato, il 29 agosto coinciderà con il secondo anniversario della sua tragica morte nella più disperata solitudine, con il giorno in cui il suo corpo fu ritrovato senza vita.

 

Quando scrissi questo testo, in primis proprio una riflessione sulla solitudine e sull’ emarginazione ho voluto fare.

Spero che ugualmente in primis questo sia percepito. Esattamente questo._______

 

AGGIRNAMENTO l’evento previsto è stato annullato dagli organizzatori

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Category: Cronaca, Cultura, Eventi

Lascia un commento