COME SI CAMBIA PER NON MORIRE – photogallery

| 23 Agosto 2019 | 0 Comments

(g.p.)______“‘C’ è stata un’ampia convergenza, seria, sui punti dell’agenda ambientale e sociale”. Lo  ha dichiarato questo pomeriggio il capogruppo Pd alla Camera dei Deputati Graziano Delrio al termine dell’incontro, durato un’ora e mezzo, con la delegazione M5S con cui i due partiti hanno avviato le trattative ufficiali per la formazione del nuovo governo, da presentare martedì 27 al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. “Abbiamo chiesto che questa interlocuzione sia l’unica come condizione per affrontare gli ulteriori punti che, a livello preliminare, non presentano ostacoli insormontabili”, il commento del vicesegretario del Pd Andrea Orlando.

Niente dirette streaming, ‘stavolta, per il M5s, ci sono solamente i brevi commenti finali del capogruppo alla Camera, Francesco D’Uva, “Sui rispettivi punti non mi sembra ci siano problemi di sorta”, e del capogruppo al Senato, Stefano Patuanelli: “Questo tavolo non ha posto ostacoli insormontabili”. ______

Lecce, 27 dicembre 2013

CONTESTATO il sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico del Governo Governo Letta Claudio De Vincenti venuto a illustrare le ‘opportunità’ offerte al Salento dalla costruzione del gasdotto Tap______

 

San Foca, 15 maggio 2014

MOBILITATI Silvia Benedetti, Michele dell’Orco, Alessandro Di Battista, Dalila Nesci, Manlio Di Stefano, Giuseppe L’Abbate, Emanuele Scagliusi,  Maurizio Buccarella, Daniela Donno, Barbara Lezzi e Diego De Lorenzis, in un sopralluogo diretto sulla spiaggia dell’approdo del gasdotto voluto dal Pd. ______

 

Taranto,  9 novembre 2014

 

DETERMINATI contro “i signori delle trivelle e il governo di Matteo Renzi”, gli attivisti, e i parlamentari Alessandro Di Battista, Alberto Airola, Daniela Donno, Rosa D’Amato, Maurizio Buccarella, Carlo Martelli, Nicola Morra, Giuseppe L’Abbate, e Alberto Zolezzi: “Noi diciamo stop alle trivellazioni! Il governo di Matteo Renzi ha deciso di tendere una mano alle compagnie petrolifere. Queste parti del provvedimento sembrano scritte sotto dettatura delle aziende produttrici di idrocarburi ed è evidente la volontà di favorire i petrolieri ignorando la ricaduta che ne conseguirebbe in termini di danno ambientale”. ______

Casalabate, 4 luglio 2015

PROPOSITIVI  i parlamentari Daniela Donno e Barbara Lezzi, e il consigliere regionale Cristian Casili, per chiedere al governo Renzi

– DEMOCRAZIA PARTECIPATA: Introdurre strumenti che consentano la partecipazione diretta dei cittadini nelle scelte amministrative;

-AMBIENTE E TRIVELLE: -Giù le mani dal nostro mare: risorsa unica per il Salento, forza trainante del turismo e dell’indotto enogastronomico di eccellenza della nostra terra.

-AFFAIRE XYLELLA: un nemico spesso invisibile cerca di distruggere il nostro territorio, colpendo i nostri ulivi, simbolo della vita e baluardo delle nostre tradizioni. Stop pesticidi ed eradicazioni selvagge.______

 

San Foca, 2 aprile 2017

CATEGORICO Alessandro Di Battista contro il gasdotto Tap e chi lo ha voluto: “Prima o poi ci faranno votare: e quando saremo al governo, lo bloccheremo definitivamente in due settimane. Non esiste un Pd buono e un Pd cattivo, come nei telefilm americani ci sono i poliziotti buoni e quelli cattivi; questi sono tutti cattivi, tutti in malafede”. ______

BARI, 23 dicembre 2016

PROPOSITIVO nei confronti del presidente Michele Emiliano, in assemblea, il consigliere regionale Antonio Trevisi: “Sappiamo che la centrale Enel di Cerano e l’Ilva non possono essere più riconvertite a gas come dimostrato da dati tecnici, economici e scientifici. Si tratta di impianti che sono nati a carbone e non starebbero sul mercato senza l’uso di questo combustibile inquinante. Ribadiamo ancora una volta con forza come la sola strada percorribile sia quella della chiusura senza se e senza ma.

L’unica priorità è salvare la vita dei cittadini rispetto agli interessi politici delle lobby, delle ecomafie e delle multinazionali.

Abbiamo già dimostrato e continueremo a farlo con sempre più impegno che le possibilità di riconversione industriale ci sono e sono molto diverse da quelle proposte dalla giunta regionale. Il 18 settembre in Fiera del Levante si è tenuto il primo appuntamento della campagna ‘Riconvertire si può’ lanciata dal M5S . Durante il convegno sono intervenuti Asier Abaunza, assessore all’Urbanistica di Bilbao (Spagna), Gregor Boldt, WMR (Germania) e Maciej Filipowicz, Lodz (Polonia). che hanno portato la loro testimonianza sulla riconversione delle aree industriali in crisi che sono diventate, ad esempio, aree dedicate al sociale.”______

 

Taranto, 6 giugno 2017

INCAZZATO Beppe Grillo, vela do io l’Ilva… “Io non dovrei gridare…”, e si blocca, all’ inizio del suo comizio, un attimo, quando già si stava facendo prendere dall’ enfasi, con due-tre ‘cazzo” che gli erano già venuti fuori, ricordando i bambini, tenuti sigillati nelle scuole, che dovrebbero essere allenati all’ apnea per non respirare, e la chiesa con la ciminiera dietro, dopo il giro fatto nel pomeriggio al quartiere Tamburi. Poi rilancia il concetto dei cittadini che diventano controllori, in  luogo del “banditismo” delle società private e di capitali. ______

LA RICERCA nel nostro articolo di ieri

ULTIM’ORA / SERGIO MATTARELLA DA’ IL FISCHIO DI INIZIO DEL GRANDE INCIUCIO FRA M5S E PD

Category: Cronaca, Politica

Lascia un commento