IL LECCE / IL PREPARTITA / SANT’ORONZO VA A SAN SIRO

| 25 Agosto 2019 | 0 Comments

(Rdl)______Cresce l’attesa, già montata da settimane, su entrambi i fronti, per una serie notevole  di motivi, in primis per vedere la nuova Inter di Antonio Conte, e per rivedere finalmente in Lecce in serie A.

Ormai ci siamo. Si giocherà – posticipo della prima giornata, Milano, lunedì 26 agosto, il giorno del  santo patrono di Lecce, ore 20.45 – in un San Siro dove sono previsti più di sessantamila spettatori, fra cui qualche migliaio di Leccesi.

In serata, hanno parlato i due allenatori nelle rispettive conferenze stampa.

Fabio Liverani chiama i suoi all’equilibrio e all’entusiasmo: “Anche alla ‘Scala del calcio’ dobbiamo mantenere la nostra identità, provando giocare il nostro calcio. Non credo troveremo una identità definitiva prima di dieci giornate di campionato, ma dobbiamo provare a fare punti consapevoli che il nostro campionato ha la salvezza come obiettivo.
Non ci snatureremo in base all’avversario, numeri e moduli lasciano il tempo che trovano.   

Mancosu, Shakhov e Benzar sono recuperati e fanno parte dei convocati. E’ normale che dopo un mese lontano dalla squadra non si possano avere nelle gambe i nvanta minuti. Bisogna capire come iniziare la gara e poi come gestire questi calciatori.

Una squadra può avere la sua identità, com’è giusto che sia, poi ci sono volte che gli avversari te lo permettono ed altre meno. 

Bisognerà essere equilibrati in queste 38 tappe per arrivare al nostro scudetto, che è la salvezza. I miei ragazzi devono capire che nelle gare come quella di domani con tutte le difficoltà non devono mai perdere l’entusiasmo”.

 

Antonio Conte sa di essersi preso grandi responsabilità, da affrontare subito, e intanto prova a ricucire il rapporto con la sua città natia, abbondantemente compromesso negli anni precedenti:

E’ sempre importante cercare di iniziare col piede giusto. Sarà importante per me e per i nostri tifosi vedere il giusto atteggiamento, la giusta idea, il giusto entusiasmo e la giusta passione.

Sicuramente c’è emozione, a Lecce sono nato e ce l’ho nel cuore. E’ sicuramente particolare. Il sorteggio è stato particolare, sono contento di affrontare il Lecce perché li affronto in Serie A. In due anni hanno fatto passi da gigante, sarà bello vedere tante persone con cui ho rapporti. Sarà una bellissima partita. Inevitabile che domani saremo avversari, ma a Lecce mi legano dei vincoli molto forti.

Lukaku è arrivato carico di entusiasmo. E’ un ragazzo solare, che si è fatto ben volere fin da subito dal gruppo. Si è messo subito a disposizione e sta lavorando duramente, questa è la cosa più bella. E’ arrivato dopo un periodo in cui era un po’ ai margini dello United. E quando è così, l’allenamento non è mai al 100%. Ha grossi margini di miglioramento sotto tutti i punti di vista”.

Category: Sport

Lascia un commento