banner ad

IL LECCE / IL POSTPARTITA / LE ANALISI DEI DUE TECNICI

| 1 dicembre 2019 | 0 Comments

(Rdl)______Ecco una sintesi delle dichiarazioni rilasciate dai due allenatori negli spogliatoi.

Fabio Liverani, che pur mantenendo i toni abituali ed esprimendo concetti più volte evidenziati, trasuda soddisfazione: “Non è mai facile venire a Firenze perché qualcosa bisogna concedere.

Peccato per l’approccio sbagliato, e perché i ragazzi alla prima difficoltà perdono certezze e vanno su strade non fattibili, come la palla lunga.

Dopo un po’ abbiamo giocato a due tocchi, ruotando il centrocampo e facendo correre la Fiorentina avanti e indietro. Siamo stati bravi.

Abbiamo qualità e pregi per la categoria, ci stiamo lavorando, sono felice di non aver subito gol: abbiamo concesso il giusto e siamo stati a gestire la palla nelle ripartenze. Sono le idee, l’organizzazione, la volontà di stupire… Tanti di questi ragazzi la Serie A l’hanno vista solo in tv fino a poco tempo fa, dopo averla conquistata dobbiamo dimostrare di poterci restare e ci mettono il cuore, oltre che abnegazione e volontà. A volte pure con qualità, perché ce l’hanno e capiscono quando e come giocare.

Pensato a chiuderci di più? Mi hanno fatto pensare le qualità degli avversari, loro tranne Vlahovic non avevano tanta presenza fissa in area.

Babacar? Ha fatto un recupero lampo, non aveva la condizione giusta, deve migliorarla ed essere più cattivo. Deve capire che è l’anno zero, ha qualità straordinarie ma le alterna troppo. In quella azione non doveva calciare così, doveva sfondare la porta ed esultare per tutto il campo. Deve alzare la condizione in allenamento.

Ci manca ancora la vittoria interna manca? Problema più vostro, a me se faccio 40 punti tutti fuori non cambia nulla…”.

 

Vincenzo Montella (nella foto), che non è d’accordo sul risultato e si vede la panchina fare sussulti, sempre più traballante: “Abbiamo fatto una grande gara sul piano del temperamento, abbiamo tirato tantissime volte in porta con la squadra che ha dimostrato di essere viva. Ha pesato non aver sbloccato la partita, poi dopo il gol c’è stato un blocco. La squadra ha comunque dato tutto e quindi mi complimento con i ragazzi. 

Ribery? Non so come stia, ha preso una fortissima contusione e negli spogliatoi era davvero giù.

Non meritavamo di perdere e neanche di pareggiare, ma questo è il calcio e dobbiamo accettarlo. Abbiamo dato tutto anche se serve più cattiveria, con queste prestazioni sono sicuro che la vittoria non tarderà ad arrivare. Siamo arrivati tantissime volte dentro l’area di rigore, la squadra dunque era in grande equilibrio.

Faccio i complimenti al Lecce e anche ai miei ragazzi. Mi aspettavo di vincere per come avevamo interpretato la partita e per come ci eravamo preparati. Questo è il calcio e va accettato, ma usciamo a testa alta. Meritavamo il pareggio: l’atteggiamento e la voglia di vincere ci sono state, non mi sento di criticare nessuno. Abbiamo dato tutto.

Questa sconfitta pesa perché abbiamo giocato bene e quindi fa ancora più male. In altre situazioni abbiamo meritato di perdere, oggi no”.______

LA RICERCA nel nostro articolo immediatamente precedente

IL LECCE / LA PARTITA / UN BACIONE A FIRENZE

Category: Sport

Lascia un commento

banner ad
banner ad