banner ad

OGGI UN ALTRO DURO COLPO ALLE FAMIGLIE DELLA SACRA CORONA UNITA DEL MERCATO CRIMINALE DELLA MICIDIALE COCAINA NEL BRINDISINO. TUTTI GLI ARRESTATI

| 13 febbraio 2020 | 0 Comments

(e.l.)______Trentasette persone arrestate: ventinove finite in carcere e otto ai domiciliari.

Ordinanze di custodia cautelare in carcere per Cosimo Andriulo 48 anni, di Brindisi; Marcello Campicelli, 56 anni, di Brindisi; Pamela Cananrile, 32 anni, di Brindisi; Luigi Carparelli, 30 anni, di San Vito dei Normanni; Vitantonio Cocciolo, 26 anni, di Brindisi; Alessandro Coffa, 37 anni, di Brindisi (già detenuto a Taranto); Angela Coffa, 29 anni, di Brindisi; Annarita Coffa, 40 anni, di Brindisi; Francesco Coffa, 37 anni, di Brindisi; Francesco Coffa, 39 anni, di Brindisi ( già detenuto a Lecce); Marco Curto, 36 anni, di Brindisi; Fabrizio D’Angelo, 48 anni, di Brindisi; Giovanni De Benedictis, 24 anni, di San Vito dei Normanni (già detenuto a Lecce); Renato De Giorgi, 52 anni, di Brindisi ( già detenuto in Grecia); Rosaria Lazoi, 58 anni, di Brindisi; Abele Martinelli, 50 anni, di Brindisi; Giovanni Patisso, 56 anni, di Oria; Maria Petrachi, 33 anni, di Brindisi; Nicola Pierri, 51 anni, di Brindisi; Alessandro Polito, 39 anni, di Brindisi ( già detenuto a Bari); Giuseppe Prete, 28 anni, di San Vito dei Normanni; Cosimo Remitri, 29 anni, di San Vito dei Normanni (già detenuto a Lecce); Alessio Romano, 35 anni, di Brindisi (già detenuto a Brindisi); Andrea Romano, 34 anni, di Brindisi (già detenuto a Voghera); Vito Simone Ruggiero, 30 anni, di Brindisi; Marika Stasi, 37 anni, di Brindisi; Salvatore Mario Volpe, 25 anni, di Brindisi

Arresti domiciliari per  Gianluca Volpe, 23 anni, di Brindisi; Francesco Soliberto, 34 anni, di Brindisi; ; Giovanni D’Amico, 27 anni, di Tuturano; Anna Gianniello, 39 anni, di Brindisi; Piero Lo Monaco, 27 anni, di Carovigno; Monica Mangione, 48 anni, di Brindisi; Enrico Mellone, 41 anni, di Mesagne; Cosimo Schena, 48 anni, di Brindisi; Ivano Cannarile, 37 anni, di Brindisi
E’ il bilancio di una grossa operazione anti criminalità organizzata scattata questa mattina all’alba nella provincia di Brindisi, dove i Carabinieri hanno eseguito le ordinanze emesse dal gip del Tribunale di Lecce su richiesta della Direzione Investigativa Antimafia, a seguito di lunghe e circostanziate indagini,

Le accese a carico degli arrestati, ritenuti facenti parte della Sacra Corona Unita, sono a vario titolo di associazione di tipo mafioso, associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, estorsioni, porto e detenzione illegale di arma da fuoco e spaccio di sostanze stupefacenti.

Come scrivono gli inquirenti, “è da evidenziare il ruolo svolto dalle donne per l’apporto che le stesse fornivano alla vita del sodalizio e allo svolgimento delle attività illecite, ma  anche la piena consapevolezza e volontà di essere stabilmente a disposizione dell’organizzazione. I vincoli familiari che le legano agli uomini del sodalizio hanno rafforzato indubbiamente il vincolo associativo. 

Le donne delle famiglie sopperiscono all’assenza dei mariti se detenuti prendendo decisioni da adottare in merito alla ripartizione dei proventi per il proprio sostentamento e quello dei mariti latitanti, con specifico riferimento anche al traffico di stupefacenti”.

Ancora, viene evidenziata  “l’esistenza di una stabile e articolata associazione criminale operante nel territorio di Brindisi riconducibile alla famiglia coffa che conduceva personalmente le trattative legate alla compravendita e alla cessione delle sostanze stupefacenti”.
 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento

banner ad
banner ad