OGGI LA FESTA DEL CORPO, MESSAGGIO DEL CAPO DELLA POLIZIA DI STATO FRANCO GABRIELLI, AI SUOI UOMINI E ALLE SUE DONNE: ‘SIATE CAPACI DI INTERPRETARE DISAGIO E SMARRIMENTO DEI CITTADINI IN QUESTO PARTICOLARE MOMENTO, SIATE AL LORO FIANCO’

| 10 Aprile 2020 | 0 Comments

(Rdl)______“Più che un festeggiamento, un momento di riflessione. Sul ruolo che oggi siamo chiamati ad interpretare. Perché oggi più che mai dobbiamo essere un punto di riferimento per le nostre comunità”.

E’ un passaggio significativo del messaggio del capo della Polizia di Stato Franco Gabrielli, in occasione della Festa della Polizia, celebrata oggi in maniera sommessa in tutta Italia (nella foto, la cerimonia alla Questura di Brindisi).

La riflessione di Franco Gabrielli?

Eccola: “Rigorosi nel far rispettare le leggi, dobbiamo oggi però essere primariamente interpreti del disagio e dello smarrimento che stanno attraversando i nostri cittadini, per essere al loro fianco.
Questa pandemia non ha diffuso solo un virus insidioso ma anche un senso di disorientamento. Il sociologo Zygmunt Bauman scriveva che

“La paura più temibile è la paura diffusa, sparsa, indistinta, libera, disancorata, fluttuante, priva di un indirizzo o di una causa chiari; la paura che ci perseguita senza una ragione, la minaccia che dovremmo temere e che si intravede ovunque, ma non si mostra mai chiaramente. Paura è il nome che diamo alla nostra incertezza, alla nostra ignoranza della minaccia, o di ciò che c’è da fare”.
Ecco dunque oggi cosa siamo chiamati ad essere: compagni al fianco dei nostri concittadini in quella che si preannuncia una maratona, con lunghe salite”. 

Category: Cronaca

Lascia un commento