FURTI A TREPUZZI, UNA SITUAZIONE INSOSTENIBILE

| 22 maggio 2020 | 0 Comments

di Francesco Buja______

Un muro scardinato (nella foto) e porte divelte per rubare finanche giocattoli.

Tra lunedì e mercoledì scorsi i malviventi hanno compiuto l’impresa in via Elia, a Trepuzzi. Hanno scardinato il portone, in legno, e una porta in alluminio poste all’ingresso dell’appartamento. Opera di tossicodipendenti in cerca di soldi e di monili?

Non sembra, visto che i ladri hanno asportato un camion giocattolo, palloni da calcio e una bicicletta per bambini. Probabilmente i malfattori sapevano che la casa non sempre fosse abitata. E forse sapevano che accanto all’appartamento ci fosse un piccolo magazzino. Hanno prelevato strumenti agricoli, una smerigliatrice flessibile, un trapano, una macchina raffinatrice. Dal magazzino hanno asportato un compressore d’aria della capienza di cinquanta litri, una motozappa, un acquario vuoto.

Per entrare nel deposito i malviventi hanno picconato una parte di muro per estrarne i ferri cui era fissato il cancello d’ingresso. Evidentemente non erano riusciti a rompere il grosso lucchetto. E proprio il danno al muro, indice della bruta determinazione dei criminali, ha indotto l’anziano proprietario dell’abitazione, accortosi del furto mercoledì pomeriggio, a sporgere denuncia. Altre volte in cui i ladri avevano visitato quella casa, aveva desistito.

 

Qualcuno ha riferito di aver visto un giovane con un pitbull aggirarsi nell’appartamento. Indizi utili potrebbero essere ricavati dalle telecamere poste nei dintorni. Indagano i carabinieri della stazione di Trepuzzi, i quali sono impegnati anche nel contrasto ai furti che avvengono a Casalabate, marina la cui giurisdizione è spartita fra Trepuzzi e Squinzano.

Un fenomeno.

Uno dei casi denunciati? Nello scorso marzo i malviventi non sono riusciti ad asportare una lavastoviglie da un’abitazione in via del Riccio, che nello stesso mese, sia nello scorso anno che nel 2018, era stata violata dai delinquenti. I delinquenti avevano portato l’elettrodomestico in giardino, ma lì lo hanno lasciato, forse essendosi accorti dell’arrivo dell’inquilino di quell’abitazione.

Category: Cronaca

Lascia un commento