L’ARTISTA SALENTINO VALERIO MELCORE CI REGALA UN’ALTRA OPERA DELLA MOSTRA FIORENTINA DI MAGGIO RINVIATA A CAUSA DELL’EMERGENZA SANITARIA

| 7 giugno 2020 | 0 Comments

(Rdl)______Come per altri lavori che vi abbiamo già presentato, anche questo faceva parte della Mostra che si sarebbe dovuta tenere a Firenze per i primi del mese di maggio 2020 e che a causa del Covid-19 non si è c’è stata.
La mostra era composta da tele decorate con colori acrilici e ad olio e da gigantografie riprodotte su materiale rigido.
Quella che vi proponiamo oggi è una gigantografia su supporto in pvc, materiale resistente che può essere esposto anche nei bar dove spesso il vapore acqueo e presente in quantità superiori a quelle di altri locali commerciali.
Ringraziamo l’autore, il salentino Valerio Melcore, Art director di un’importante agenzia di pubblicità del nostro territorio, per averci permesso di pubblicare questo suo lavoro.

Spesso nel lavori di Melcore i particolari abbondano, l’essere figlio di una terra dove il Barocco è quasi come l’aria che respiriamo, fatta di luci e ricca di profumi che prendono forma nella pietra leccese sempre pronta a sorprenderci spuntando appena girato un angolo sotto forma di lesena o di un pilastro, o magari di un rosone, che fa capolino dal balcone di un’antica abitazione, dal portone di un palazzo, dalle guglie di una chiesa e persino da un decoro in ferro battuto. Le mille forme che la natura e la fantasia dell’uomo hanno potuto immaginare sono intagliate nella pietra e anche se non ce ne accorgiamo ci accompagna tutti i giorni quando passeggiamo a Lecce o in tanti  altri comuni salentini. Il Barocco per chi è nato qui è una seconda natura.

In questo caso però, Melcore ha eliminato qualsiasi particolare per far giganteggiare la figura di una splendida ultra quarantenne che come l’autore spesso ricorda, le sue sono Donne della porta accanto, conosciute per caso, incontrate ad una festa in un bar, al mare, che per una o più volte giocano a fare le modelle sorprendendoci con la loro bravura e la loro bellezza.

Category: Cultura, Io la vedo così

Lascia un commento