LA RASSEGNA DI MUSICA E TEATRO AL CENTRO VACANZE BORGO MULINO D’ACQUA. DUE MESI DI SPETTACOLI, ECCO TITOLI E ARTISTI IN PROGRAMMA

| 2 luglio 2020 | 0 Comments

COMINCIA CON MINO DE SANTIS DOMENICA 5 LUGLIO A OTRANTO. . DUE MESI DI SPETTACOLI, ECCO TITOLI E ARTISTI IN PROGRAMMA

(Rdl)______“Rassegna a Sud – Musica e Teatro”, così si chiama la serie di spettacoli dal vivo che inizia sabato prossimo, 5 luglio, e andrà avanti per tutto i mesi di luglio e agosto, nella splendida location del Centro Vacanze Borgo Mulino d’Acqua, a Otranto, in via Vicinale Santo Stefano (nella foto di copertina, un suggestivo scorcio notturno del villaggio).

La rassegna nasce dalla collaborazione di Stefania Bove, attrice e regista della Compagnia di ricerca e produzione teatrale La DifferArt, che opera nel settore dello spettacolo dal vivo da venti anni in ambito regionale e nazionale, con Cristina Rota, direttrice del Borgo Mulino d’Acqua.

Il primo ospite della rassegna è il noto cantautore salentino Mino De Santis, testimone di usi e tradizioni del meridione e del Salento, di storie di vita tra il triste e il comico, senza perdere mai l’ironia e la musicalità tipica dei cantautori italiani. Sarà in concerto domenica 5 luglio ore 21.30 (con replica il 15 di agosto) insieme al fisarmonicista Pantaleo Colazzo (nella foto sotto) con un percorso musicale dedicato al Sud dal titolo “Ti racconto una storia”.  Inizio 21.30, ingresso a 5 euro, consumazione inclusa (prenotazioni al  numero telefonico 377 3580123)

 

Il secondo appuntamento (domenica 12 luglio ore 20.30 e repliche il 02 e 23 agosto) vedrà in scena un duo femminile (foto sotto) composto dall’attrice e regista Stefania Bove e la polistrumentista e cantante Andreina Capone, con la cena-spettacolo “Tu non conosci il Sud”. Un attento e profondo lavoro di ricerca dei testi ha portato alla creazione di uno spettacolo sensoriale che, durante la cena, racconta le ricette più antiche, le leggende ed i racconti di vita della nostra gente, della nostra terra, del Mediterraneo. L’arte del racconto per ricreare atmosfere antiche e profonde guidate dalle voci, dalla musica, dai profumi e dai sapori.

 

 

Ospite per due appuntamenti (domenica 19 luglio e 9 agosto ore 21.30) l’attore e regista Fabrizio Saccomanno (URA Teatro): il primo spettacolo in scena sarà Iancu, testo di Francesco Niccolini e Fabrizio Saccomanno, diretto ed interpretato da Fabrizio Saccomanno (nella foto sotto). Questo è il racconto di una giornata, di un’epoca, di un mondo fotografato un attimo prima di scomparire.

Il secondo spettacolo in rassegna sarà “Parole date” di e con Fabrizio Saccomanno, un racconto di storie, episodi di vita, ma anche racconto del perché certe storie diventano necessarie al punto che ce ne dobbiamo liberare nella condivisione del momento teatrale, perché a volte il teatro è vivo e inscindibile dagli istanti di vita di cui si nutre.

 

Questo è il racconto di una giornata, di un’epoca, di un mondo fotografato un attimo prima di scomparire.

Il secondo spettacolo in rassegna sarà “Parole date” di e con Fabrizio Saccomanno, un racconto di storie, episodi di vita, ma anche racconto del perché certe storie diventano necessarie al punto che ce ne dobbiamo liberare nella condivisione del momento teatrale, perché a volte il teatro è vivo e inscindibile dagli istanti di vita di cui si nutre.

 

Domenica 26 luglio, sempre ore 21.30 (replica il 30 agosto)  via alle danze con il gruppo di musica NaviCanti composto da: Andreina Capone (Chitarra, armonica a bocca e voce, nella prima foto qui sotto), Luigi Marra (fisarmonica, nella seconda ), Zaira Giangreco(tamburelli e tammorra, nella terza), Stefania Bove(qui quale ballerina-performer, nella quarta).

Sono l’ equipaggio di una nave che compie un viaggio poetico e musicale, attraverso le frequenze, la storia, la legenda, i luoghi, la magia di questa meravigliosa terra del Salento.

 

 

 

 

Category: Cultura, Eventi

Lascia un commento