UN’INIZIATIVA AFFASCINANTE. ALLA SCOPERTA DI RUDIAE E DI LUPIAE, LA’ DOVE STANNO LE NOSTRE RADICI, UN PATRIMONIO DA CONOSCERE E DA VALORIZZARE: AD AGOSTO VISITE GUIDATE E INCONTRI CULTURALI, SU TEATRO, TRADIZIONI E CULTI RELIGIOSI. ECCO IL CALENDARIO COMPLETO E TUTTE LE MODALITA’ PER PARTECIPARE

| 7 agosto 2020 | 0 Comments

(Rdl)______L’associazione The Monuments People Aps in accordo con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Brindisi, Lecce e Taranto è promotrice del progetto di fruizione e valorizzazione “Teatro Romano Experience”.

Il Teatro Romano quest’estate diventa il punto di partenza di una serie di appuntamenti che permetteranno ai visitatori di conoscere aspetti della vita quotidiana dell’antica Lupiae e del suo territorio in età romana.

Nel mese di Agosto sono infatti previste visite guidate alla scoperta delle due città messapiche e poi romane di Lupiae e Rudiae, con tour che renderanno noti i risultati delle grandi campagne di scavo archeologico, con cui agli inizi del XX secolo si sono riportati in luce i principali monumenti della città romana, e delle ricerche più recenti che hanno aggiunto tasselli importanti alla storia antica di Lecce e della vicina Rudiae con la scoperta dell’anfiteatro romano.

Le visite Da Lupiae a Rudiae” si svolgeranno nei giorni 8 – 16 – 22 agosto, in collaborazione con ARVa – Archeologia Ricerca e Valorizzazione.

Due gli appuntamenti in cui al percorso di visita della “Lecce Romana” seguiranno degli incontri di approfondimento dove relatori d’eccezione saranno il prof. Francesco D’Andria con una lectio sui Culti orientali a Lupiae. Il tempio di Iside nella Lecce romana” (in programma il 13 agosto), e la prof.ssa Grazia Semeraro con “Teatro e teatri nel mondo antico. Archeologia degli edifici teatrali nel Mediterraneo greco-romano” (30 agosto).

Come già accaduto in occasione dell’evento inaugurale di Teatro Romano Experience, il 28 agosto è programmata un’apertura straordinaria dell’Anfiteatro Romano di Lecce grazie alla collaborazione con la Direzione Regionale Musei Puglia che ne sta promuovendo il restauro. L’itinerario “Anfiteatri a confronto: Lupiae e Rudiae” condurrà poi i visitatori nel sito archeologico di Rudiae dove in collaborazione con ARVa – Archeologia Ricerca e Valorizzazione si visiterà la città di Quinto Ennio.

Nella foto: l’anfiteatro di Rudiae.

Tutti i giorni inoltre è possibile visitare il Teatro Romano di Lecce prenotando un tour condotto da guide specializzate dell’associazione The Monuments People Aps alla scoperta di uno dei monumenti simbolo della città romana.

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA (NUMERO DI POSTI LIMITATO)*

Piattaforma di prenotazione online: www.ceposto.it

WhatsApp: 3207610467 – 3471999885 – 3289632397

Mail: themonumentspeople@gmail.com

 

*INFORMAZIONI

In osservanza delle direttive regionali per la prevenzione Covid-19 è obbligatorio indossare la mascherina durante l’intero percorso e usare gel igienizzanti mani personali. La prenotazione è obbligatoria poiché i gruppi saranno gestiti in maniera contingentata rispettando il numero massimo di partecipanti a gruppo (20 unità).

 

Inoltre, sempre a cura dell’Associazione The Monuments People Aps in accordo con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Brindisi, Lecce e Taranto è previsto nei prossimi giorni un altro interessantissimo evento: CULTI ORIENTALI A LUPIAE. IL TEMPIO DI ISIDE NELLA LECCE ROMANA.

 

Un itinerario guidato alla scoperta della Lecce romana e dei suoi monumenti simbolo con un particolare focus sui resti del tempio di Iside rinvenuti durante gli scavi dell’Università del Salento nei sotterranei del Cinquecentesco Palazzo Vernazza.

 

Un percorso per far conoscere a turisti e locali non solo la storia e gli interventi urbanistici che a partire dall’età augustea hanno determinato l’aspetto di Lupiae, ma particolari interessanti, ed anche suggestivi, del culto misterico di Iside, esempio di come il mondo romano occidentale accolse e integrò al suo interno, culti e credenze provenienti dall’Oriente.

 

La visita guidata sarà incentrata sulla descrizione della storia e delle principali  strutture di età romana messe in luce nel corso del Novecento e sugli interventi di archeologia urbana degli ultimi decenni che hanno permesso di comprendere più in dettaglio la conformazione urbanistica della colonia romana. Le ricerche archeologiche effettuate negli ultimi anni hanno infatti aggiunto importanti tasselli alla ricostruzione della città augustea e imperiale: gli scavi in Piazzetta Castromediano con l’individuazione di un trapetum oleario, la strada romana in via Rubichi, le terme in Piazza Vittorio Emanuele II, il tempio di Iside sotto Palazzo Vernazza, hanno permesso di ricostruire in maniera più approfondita l’aspetto della città romana di Lupiae.

Proprio sulle strutture interpretate come tempio di Iside si incentrerà l’intervento finale, presso il teatro romano, del professore Francesco D’Andria, già docente di Archeologia e Storia dell’arte greca e romana e Direttore della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici dell’Università del Salento, che terrà una lezione specialistica sugli scavi realizzati sotto Palazzo Vernazza.

L’evento si concluderà con una performance teatrale a cura dell’attore Andrea Sirianni.

 

 

PROGRAMMA 13 AGOSTO 2020

 

Ore 17.30: Visita guidata alla Lecce romana con appuntamento in Piazza S. Oronzo (nei pressi della colonna del Santo).

Ore 19.00: Incontro al Teatro Romano

Interverrà il Professore Francesco D’Andria

L’evento si conclude con una performance teatrale a cura dell’attore Andrea Sirianni.

 

COSTO PERCORSO COMPLETO: 10€ (dai 18 anni in su); 5€ (dai 10 ai 18 anni); gratis fino a 10 anni

COSTO SOLO VISITA TEATRO: 5 €; (dai 10 in su); gratis fino a 10 anni

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA (NUMERO DI POSTI LIMITATO)*

Piattaforma di prenotazione online: www.cpst.it/isidelecce

WhatsApp: 3207610467 – 3471999885 – 3289632397

Mail: themonumentspeople@gmail.com

 

*INFORMAZIONI

In osservanza delle direttive regionali per la prevenzione Covid-19 è obbligatorio indossare la mascherina durante l’intero percorso e usare gel igienizzanti mani personali. La prenotazione è obbligatoria poiché i gruppi saranno gestiti in maniera contingentata rispettando il numero massimo di partecipanti a gruppo (20 unità).

 

 

Category: Cronaca, Cultura, Eventi

Lascia un commento