MODA / MODE – LE ULTIME SFILATE COL ROBOT

| 29 Settembre 2020 | 0 Comments

La sfilata di Philipp Plein per la settimana della moda di Milano, 23 settembre 2015 (Pietro D’Aprano/Getty Images)

di Elena Vada______

Collezione primavera estate 2021. Dal vivo o virtualmente, a Parigi, piuttosto che a Milano o Roma, New York, Mosca, Tokio, i “Grandi” della moda, in passerella, c’erano tutti.

Ho seguito queste sfilate dove si alternavano, robot e modelle umane.

Live o digital, gli stilisti, di vecchi e nuovi brand, non hanno espresso, a mio giudizio, niente di particolarmente interessante.

 

Rimango dell’idea che, su un attaccapanni, si può appendere di tutto.  Il vestito, cade a perfezione e si potrebbe, pure, definire gradevole.
Diversa è, la portabilità, del medesimo, su una persona ‘normale’, di taglia superiore alla 38.

 

L’estrosità di alcune Griffe, è imbarazzante.
Così come, la preziosità degli abiti, (parliamo, ovviamente, di “Haute Couture”), in questo momento, di difficoltà economica, è fuori luogo.

Ma, così è, l’Alta Moda: per pochi eletti, che hanno, particolari, occasioni di sfoggio e tanti soldi per acquistarla.(Beati loro!!!).

I designers italiani, (Valentino, Versace, Armani, Ferretti, Biagiotti, Fendi, ecc.)  hanno, comunque, inserito un tocco di classe, in più, dei colleghi stranieri, nelle loro collezioni.

 

La moda italiana è unica, per genialità, gusto, armonia, qualità dei tessuti e perfezione nelle rifiniture.

È uno stile, “inconfondibile” e “vincente”, da sempre, come ci riconosce il mondo.

Vestiamo italiano!

 

 

 

Category: Costume e società, Cronaca

Lascia un commento