L’AGRICOLTURA SIA SENZA L’USO DI PRODOTTI CHIMICI

| 22 maggio 2022 | 0 Comments

 

IL QUARTO ED ULTIMO APPUNTAMENTO CON IL CORSO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE A LVERANO. IL BILANCIO DELL’INIZIATIVA NELLA DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE DEL CIRCOLO TANDEM WALTER TRAMACERE

(Rdl) ______  Far comprendere  come il ritorno all’agricoltura sostenibile sia una necessità, se vogliamo salvarci  dalle malattie oncologiche, un’agricoltura dunque senza l’uso di prodotti chimici, che colpiscono direttamente e pesantemente le matrici ambientali terreno e acqua.

Questo, in sintesi estrema, il contenuto del quarto e ultimo appuntamento con il corso di educazione ambientale svoltosi ieri sera a Leverano, organizzato dal Circolo Tandem.

 

Relazione di Ivano Gioffreda (nella foto di copertina), agricoltore, di Sannicola, da anni quotidianamente impegnato su tali tematiche.

 

A seguire, a dare autorevolezza di evidenza scientifica ai pericoli denunciati, l’intervento del dottor Carmine Cerullo (nella foto sotto),, presidente della Lega Italiana Lotta Tumori di Lecce.

 

Ha moderato la serata Corrado Russo (nella foto sotto), presidente dell’Associazione Gaia.

 

 

A conclusione dell’iniziativa, questa mattina il presidente del Circolo Tandem Walter Tramacere  (nella foto sotto) ha diffuso tramite social la seguente dichiarazione:

“Ieri sera si è concluso felicemente, con la quarta puntata, il “Corso di Ecologia” organizzato dall’Associazione culturale Circolo Tandem, associazione apartitica, ambientalista e di promozione del territorio (ps: le iscrizioni sono sempre aperte).

Riteniamo di aver proposto alla cittadinanza leveranese e non solo, (grazie alla potenza dei social) un prodotto di qualità o, almeno, le intenzioni erano quelle; l’idea su cui si è edificato il progetto, era quella di stimolare e/o potenziare una cultura ambientale che, purtroppo latita a 360 gradi.

Al riguardo, noi siamo sempre più convinti e, i fatti ormai ce ne danno ragione che, se il pianeta è giunto sull’orlo del baratro (su tutti i fronti: da quello dei “cambiamenti climatici”, a quello dell’inquinamento delle matrici ambientali, a quello dell’incessante e barbarico “consumo di suolo”) le cause vanno ricercate nella tremenda ignoranza in cultura ambientale.
Chi è affetto da tale malattia?
Lo è soprattutto il mondo degli adulti e, il dramma nel dramma è che quest’ultimo ricopre incarichi istituzionali e, decisionali.

Il nostro auspicio è dunque che i “corsi di ecologia”, possano divenire una realtà quotidiana in ogni paese e città che si rispetti (e in tutto il pianeta, perché la patologia ovviamente è quasi planetaria) studiati ad hoc, per gli adulti, magari alla stregua di “corsi serali”, poiché il problema, come detto riguarda soprattutto noi delle più vecchie generazioni; nelle scuole, ormai, fortuna vuole, l’ecologia è insegnata con criterio.

Tornando al corso, desidero ringraziare in ordine di esecuzione programma: Fabio Palma (filosofo), Raffaella Gismondi (biologa), Andrea Sergi (chimico), Maria Lucia Santoro (medico pediatra), Fernando Cera (biologo), Roberto Ingrosso (Scienze Ambientali- climatologo), Lorenzo Mattia (attivista Friday For Future), Nicola Conenna (fisico), Tony Perrone (progettista per energie rinnovabili), Ulderico Pesce (attore), Lorenzo Errico (di Erricoengineering), Antonio Francesco Branca (energy manager), Ivano Gioffreda (agricoltore, promotore dell’agricoltura sostenibile), Carmine Cerullo (oncologo e presidente LILT – Lecce).
Ringrazio altresì i moderatori Macry Draetta, Jnn Chiara e Corrado Russo
Ultimo ma non ultimo, poiché senza di lui, il Circolo Tandem non avrebbe avuto vita facile (per tutte le questioni relative alla tecnologia che si è dovuta adottare per effettuare i collegamenti con la piattaforma virtuale per i relatori che sono intervenuti in remoto e, per le dirette facebook) ringrazio un altro attivista del Circolo, il prezioso amico dr. Antonio Larocca.
E, un grazie speciale a nome del Circolo, va ad altri amici e compaesani che sono stati spesso presenti nelle varie puntate del corso che, non sento di nominare, poiché, conoscendomi bene, me ne scorderei sicuramente qualcuno. Ringrazio anche l’amministrazione comunale (e di essa l’amica Dr.sa Laura Giannotta) per averci concesso l’utilizzo della Biblioteca di Comunità e gli amici di Libermedia, la società che gestisce la biblioteca.
Ringrazio altresì gli amici della LILT, di cui è stata presente una rappresentanza e i giornalisti di leccecronaca.it, i dr.ri Carmen Leo e Giuseppe Puppo per la loro vicinanza e supporto mediatico.
Il nostro è solo un “arrivederci”, perché un tema del genere non può essere un fatto isolato, ma un seme appena interrato che ora richiede cure e amore.
Grazie”. 

______

L’APPROFONDIMENTO nei nostri articoli del 2, 8 e 15 maggio scorsi

SI E’ TENUTO IL PRIMO APPUNTAMENTO CON IL CORSO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE A LEVERANO. IN SINTESI GIORNALISTICA, IL RESOCONTO DELLA SERATA

 

SI E’ TENUTO IL SECONDO APPUNTAMENTO CON IL CORSO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE A LEVERANO. IN SINTESI GIORNALISTICA, IL RESOCONTO DELLA SERATA

 

LA NATURA, PATRIMONIO DI TUTTI. REPORTAGE DI leccecronaca.it DAL CORSO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE A LEVERANO

 

 

Category: Costume e società, Cronaca, Cultura, Eventi, Politica

Lascia un commento