FESTA DI SANT’ORONZO, ISTRUZIONI PER L’USO

| 19 Agosto 2022 | 1 Comment

(Rdl) ______  Ritorna la Festa dei Santi Patroni Oronzo, Giusto e Fortunato in programma dal 23 al 26 agosto in maniera diffusa in città, con, secondo la tradizione, vari momenti dedicati ai riti religiosi, e quelli dei riti civili.

Oltre alla processione  con cui ritornano la fiera mercato, il luna park, i concerti di piazza, l’anteprima della fiera natalizia di Santa Lucia in via Trinchese, gli appuntamenti musicali in collaborazione con il Conservatorio Tito Schipa ai Teatini, il teatro in vernacolo e il mercatino dei sapori alla Villa Comunale con la novità di un vero festival pirotecnico leccese a conclusione della tre giorni e la conferma – a grande richiesta – della banda itinerante nei quartieri.

I riti religiosi
Mercoledì 24 agosto alle 19, un momento di preghiera comunitaria in Piazza Duomo seguito dalla processione per le vie della città con i simulacri dei santi.


Due gli appuntamenti di giovedì 25, vigilia della festa: alle 10 al santuario di Sant’Oronzo fuori le mura, Seccia presiederà la santa messa al termine della quale ci sarà la chiusura della Porta Santa aperta l’estate scorsa per l’inizio dell’anno giubilare oronziano, mentre alle 19 nella chiesa cattedrale sarà lo stesso arcivescovo di Lecce a celebrare l’eucaristia con il dono dell’olio che alimenta per tutto l’anno la lampada votiva all’altare del Santo.


Venerdì 26 agosto, alle 19, in Piazza Duomo il solenne pontificale con il rito di chiusura della Porta Santa della cattedrale presieduto da Zalimir Puljic, arcivescovo della città croata Zara, che, secondo gli esperti, conserva una reliquia di pregio attribuita al vescovo e martire Oronzo.
Sabato 27 agosto in cattedrale alle 19 la messa di ringraziamento.

I riti civili
La fiera mercato riempirà di stand e bancarelle il percorso abituale (via Cavallotti, viale Marconi, viale Lo Re, via XXV Luglio, via Costa), che coinvolgerà duecentodieci operatori, per la quale è stata confermata la scelta ecosostenibile fatta nel 2018 e nel 2019 di bandire i gruppi elettrogeni e approvvigionare di energia i commercianti con una apposita infrastruttura elettrica messa a punto dai tecnici del Comune. Meno inquinamento acustico e ambientale, più decoro e vivibilità.
In Piazza Sant’Oronzo, è stata installata la cassa armonica circondata dalle luminarie di Mariano Light che abbelliscono il percorso.

Sulla cassa armonica si terranno le esibizioni dei grandi concerti bandistici della Città di Francavilla Fontana diretto dal Maestro Ermir Krantja, della Città di Rutigliano diretto dal Maestro Gaetano Cellamara e della Città di Lecce diretto dal Maestro Giovanni Pellegrini.


Su via Trinchese, nel tratto che costeggia il Teatro Apollo, torna anche l’anteprima della Fiera di Santa Lucia, dei Presepi e dei pastori, un’esposizione dei lavori artigianali della storica fiera, protagonista del Natale in città, a beneficio dei turisti.  

La festa diffusa in città

Dal 24 al 26 agosto, la Villa Comunale ospiterà “Sapori in festa”, mercatino enogastronomico locale, e la rassegna teatrale in vernacolo a cura delle compagnie di teatro amatoriale Corte dei Musco, Mario Perrotta Senior e Lu curtigghiu.  

Il 24 agosto, al Chiostro dei Teatini, dalle 21.30, è previsto il Premio Città di Lecce con la consegna delle targhe di ringraziamento ai commercianti e agli artigiani presenti in città da cinquanta anni e alle associazioni sportive che hanno conseguito importanti risultati durante l’anno.

Il 25 e il 26 agosto,  sempre ai Teatini saranno di scena i giovani musicisti del Conservatorio Tito Schipa di Lecce con due concerti: “Enjoy Clarinet Family Ensemble” e “Giardini barocchi”, mentre il 24 agosto, nel giardino dell’ex Conservatorio di Sant’Anna, si terrà il recital di teatro, musica e poesia terra d’Ulivi.  

Piazza Libertini accoglierà, la sera del 25 agosto, il concerto di Enzo Petrachi & Folkorchestra. mentre il 26 agosto l’artista nazionale a salire sul palco sarà Giuliano Palma.


Come da tradizione, non mancheranno anche quest’anno la Fiera del bestiame a Frigole e il Festival Pirotecnico Leccese che chiuderà i festeggiamenti con tre batterie di fuochi, in contrada Masseria Grande, mezz’ora dopo mezzanotte, a cura di tre ditte campane.


Il Luna Park in via del Mare sarà attivo già da sabato 20 agosto fino a venerdì 26. Non potendolo prolungare oltre il 26 per la concomitanza con la partita del campionato di serie A del Lecce in casa, l’Amministrazione comunale ha scelto di anticiparne l’avvio come segnale di attenzione verso un settore, quello appunto dei giostrai, che è stato completamente fermo nei due anni di pandemia.


Introdotta durante la pandemia, entra a grande richiesta nel programma civile “Quando la banda passò”, il tour della banda di Lecce, in collaborazione con Pugliarmonica, che tocca tutti i quartieri della città, inclusi marine e borghi, per portare la festa anche “a domicilio”.

Questo il percorso: il 23 agosto Torre Rinalda (ore 17.30, punto di ritrovo: piazza Gaetano Cuocci), Spiaggiabella (ore 18, lungomare), Torre Chianca (ore 18.30, via Marebello, lidi), Frigole (ore 19,  piazza Bertacchi), San Cataldo (ore 19.30,  Lungomare Vespucci), San Ligorio (ore 20, piazza Ferrandi); il 24 agosto Ospedale Vito Fazzi (ore 9.15, piazzale antistante l’entrata), Villa Convento (ore 10, via Martiri d’Ungheria), Borgo San Nicola (ore 10.30, parco Baden Powell), Chiesa di San Pio (ore 11), Case Magno (ore 11.30), Borgo Pace (ore 12, chiesa Santa Maria della Pace), Casermette (ore 12.30, chiesa di San Vincenzo de’ Paoli), Quartiere Mazzini (ore 18.15, piazzetta Verdi); il 25 agosto Quartiere Leuca (ore 9.15, semaforo incrocio via Leuca), Quartiere Santa Rosa (ore 10, chiesa Santa Maria delle Grazie in Santa Rosa), Quartiere Salesiani (ore 11, chiesa San Domenico Savio), Piazza Partigiani (ore 12); Quartiere Stadio: ore 18.30, chiesa San Massimiliano Kolbe e piazzale Cuneo, ore 19.30, chiesa San Giovanni Battista, ore 20.30, chiesa San Sabino e piazza Madre Teresa di Calcutta.

Piano Mobilità per la Festa Patronale, le principali misure

Garantire la sicurezza per tutti gli appuntamenti e le manifestazioni in programma e ridurre l’impatto del traffico veicolare sulla città, offrendo servizi e parcheggi gratuiti. L’amministrazione comunale, di concerto con Prefettura e Questura e in collaborazione con Sgm, ha messo a punto il Piano per la mobilità e la sicurezza che sarà attivo nei giorni della Festa patronale, che quest’anno torna a offrire un calendario di manifestazioni civili e religiose, mercatini, divertimenti e attrazioni particolarmente ricco, dopo le edizioni ridotte causa pandemia degli anni 2020 e 2021.

Due le linee di navetta che collegheranno la Fiera, il centro città e il Luna Park a ridosso dello Stadio con il centro cittadino, che sarà protetto dalle auto non autorizzate e messo in sicurezza secondo i dettami delle norme a tutela della safety e security delle manifestazioni pubbliche. Sarà una festa da vivere raggiungendo il centro a piedi, in bici o in bus, con l’orario del servizio di trasporto pubblico che sarà prolungato fino a mezzanotte e i servizi di sharing disponibili. Per chi giunge a Lecce dalla provincia, ci sarà la possibilità di parcheggiare e usare le navette gratuite o gli autobus di linea.

Di seguito il dettaglio delle misure.

Servizi di mobilità

Aree di sosta: anche quest’anno saranno a disposizione dei leccesi e dei visitatori i parcheggi gratuiti di interscambio al Foro Boario e a Settelacquare, collegati al centro città dalle navette del trasporto pubblico. A questi si aggiunge il parcheggio gratuito nell’area mercatale di Via Bari, anch’esso posto sul percorso delle navette.

Navette e trasporto pubblico: nei giorni della festa patronale, 24 – 25 – 26 agosto, Comune e Sgm attiveranno dalle 18 alla 01 le navette di collegamento dai parcheggi di interscambio da Foro Boario e Settelacquare verso il centro e verso il Luna Park. Il consiglio a tutti i visitatori che si recheranno in città per partecipare alle manifestazioni civili e religiose è di raggiungere i parcheggi di interscambio e utilizzare i bus per raggiungere il centro. Saranno attive due linee: la linea rossa collegherà il Foro Boario al centro città (fermata in via Garibaldi), con partenza dalla fermata City Termina e frequenza dei mezzi di 10 minuti; la linea verde collegherà il parcheggio di Settelacquare con il centro e con il Luna Park, con una frequenza di passaggio dei mezzi di 15 minuti. Tutte le linee del trasporto pubblico, ad eccezione delle circolari C2 e C3, prolungheranno l’orario di servizio fino alla mezzanotte.

Variazioni dei percorsi delle linee ordinarie del Trasporto pubblico locale: alcune linee dell’ordinario esercizio del trasporto pubblico subiranno delle variazioni nei giorni della festa per evitare il passaggio dei bus urbani nell’area della Fiera di Sant’Oronzo. In particolare: la linea M1 vedrà modificato il tratto V.le De Pietro, V.le XXV Luglio, V.le Lo Re, Stazione FFSS, con soppressione di tutte le fermate lungo il percorso, che sarà sostituito da P. Napoli, V.le Dell’Università, V.le Gallipoli, Stazione FFSS; la linea R5 sarà sostituita dalle ore 18 dalla navetta Linea Verde, con soppressione delle fermate P.zza Napoli e P.zza M.T. di Calcutta; la linea R6 vedrà sostituito il tratto V.le Rossini, V. Don Minzoni, V.le Otranto, V.le Cavallotti, V.le XXV Luglio, V.le Lo Re, V. Don Minzoni, V.le Rossini, con soppressione di tutte le fermate lungo il percorso, da V.le Rossini, V.le Alfieri, V.le Marche, V.le Otranto, P.zza d’Italia, V.le Lo Rè, V.le Marche, V.le Alfieri, V.le Rossini; per le linee R7 ed R11 il tratto V.le Otranto, V.le Cavallotti, V.le XXV Luglio, V.le Lo Re, con soppressione di tutte le fermate lungo il percorso, sarà sostituito da V.le Otranto, P.zza d’Italia, V.le Lo Re.

Limitazioni alla circolazione

Allestimento Fiera

Per consentire l’allestimento della Fiera di Sant’Oronzo, dalle 21 del 23 agosto alle 7 del 27 agosto, vigerà il divieto di fermata negli spazi dove saranno posizionate le bancarelle, dunque sui lati sinistro di Via XXV Luglio da Via Trinchese a Viale Marconi, su Viale Marconi, Viale Lo Re (fino a Piazza Italia), su Via Costa, sulle vie Cavallotti, San Francesco d’Assisi e Garibaldi nella corsia interna, Via Maremonti ambo i lati. 

Zone interdette al traffico il 24, 25 e 26 agosto

Dalle 2.30 del 24 agosto fino alle 7 del 27 agosto l’area della Fiera di Sant’Oronzo sarà interdetta al traffico, fatta eccezione per i mezzi autorizzati per motivi di sicurezza o di servizio. Gli operatori della Fiera potranno accedere la mattina del 24 agosto per effettuare le operazioni di scarico della merce, tra le 6 e le 9.30. Terminate le operazioni, dovranno rimuovere i furgoni dall’area. Anche gli operatori commerciali del mercato di piazza Libertini dovranno rimuovere i veicoli dopo aver terminato le operazioni di montaggio.

Il traffico sarà interdetto sulla corsia interna di Via Cavallotti, Via San Francesco D’assisi, Via Garibaldi, via XXV Luglio, Via Costa, Via Fazzi, Viale Marconi, Via Maremonti, le corti limitrofe, Viale Lo Re (fino a Piazza d’Italia), Via Brunetti, Via dei Verardi.

Viale De Pietro sarà percorribile a senso unico in uscita dal centro, da Via Garibaldi a Piazza del Bastione. Da Piazza del Bastione verso il centro potranno entrare solo i veicoli autorizzati.

Sui Viali storici e vie limitrofe il traffico sarà interdetto (ad esclusione dei veicoli dei residenti e di quelli autorizzati) dalle 18.30 alla 1 dei giorni della Festa patronale. Il provvedimento riguarderà viale Otranto (da via Don Minzoni a via Cavallotti), Via Leuca (da via Del Delfino a Viale Otranto), Piazza Tito Schipa, viale Cavallotti corsia esterna, via Liborio Romano, via Filzi, via 140mo Reggimento Fanteria, via Bacile, via Toselli, Piazza Angelo Rizzo, Piazza Aymone. Nello stesso orario Viale Don Minzoni sarà a senso unico in uscita tra Viale Otranto e Via Miglietta.

Per delimitare le aree pedonali e garantire la sicurezza della festa, saranno utilizzati i new jersey in cemento, secondo le disposizioni vigenti in tema di safety.

Dalle 18 del 23 agosto, fino alle 7 del 27 agosto i possessori dei permessi di sosta Sgm per le zone che saranno interessate dalla Fiera potranno sostare gratuitamente nelle zone limitrofe.

Un’area di sosta dedicata esclusivamente alle persone con disabilità

Un’area di sosta riservata alle persone con disabilità in possesso di pass Cude è stata individuata in Via Cavallotti sul lato sinistro della corsia, tra via 95° e via Trinchese.

Le sere della festa vigerà il senso unico pedonale alternato lungo Corso Vittorio Emanuele, con presidio polizia locale e protezione civile.

La sicurezza della Processione del 24 agosto

Per tutta la durata della processione, dalle 19 del 24 agosto sarà interdetta la circolazione di tutti i veicoli lungo il percorso: Piazza Duomo, Corso Vittorio Emanuele II, via Petronelli, Via degli Ammirati, Piazza Vittorio Emanuele, via Federico D’Aragona, via dei Perroni, Porta San Biagio, Viale Lo Re, Via XXV Luglio, Via Tinchese, Piazza Sant’Oronzo, Via Vittorio Emanuele, Piazza Duomo.

Altre misure

Per la cerimonia della messa nella chiesa di Sant’Oronzo Fuori le mura, il 25 agosto dalle 9.30 fino a fine cerimonia sarà fatto divieto di transito a tutti i veicoli lungo via Adriatica, nel tratto compreso tra lo svincolo per la tangenziale est e la via Sant’Oronzo fuori le mura.

Per lo svolgimento dello spettacolo pirotecnico, dalle 21 del 26 agosto alle 02 vigerà il divieto di transito e di fermata lungo Via Potenza (da via Firenze a via Cagliari), via Cagliari (da via Potenza a via Pescara), via Pescara (da via potenza a via Palermo), divieto di fermata anche sulla S.P. 364 Lecce-San Cataldo e su tutti i cavalcavia e svincoli della Tangenziale.

Per la Fiera del bestiame di Frigole, in programma il 26 agosto, vigerà il dalle 6 alle 14 il divieto di fermata ambo i lati sul tratto della SP Lecce-Frigole dal Campo sportivo a via Almagià e su tutta via Almagià.

Saranno posizionate postazioni di wc mobili nelle seguenti aree: Piazza Libertini, nei pressi del bagno pubblico esistente, Foro Boario, Piazzetta Angelo Rizzo angolo Corte Licci, Piazzale Adamo, Via Almagià.

Category: Costume e società, Cronaca, Cultura, Eventi

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Bronek Pankiewicz, Movimento Nuovo - tramite mail ha detto:

    “Abbiamo atteso la fine della tre giorni di festa, per avere un quadro completo e chiaro relativo all’organizzazione della festa patronale per poter esprimente un giudizio.
    Obiettivamente una festa patronale brutta, misera, cupa, moscia, buia e soprattutto di pessimo gusto. Festa impresentabile per una Città d’Arte, Capitale del Barocco come Lecce: Impresentabile per i salentini e per le migliaia di turisti venuti a tuffarsi nello splendore del barocco di Piazza Duomo o Santa Croce. Soldi spesi male. E a proposito di soldi, si smetta di dire che le spese per le luminarie sono improduttive, inutili, voluttuarie. Sbagliato. Tutte le spese per la festa sono un investimento in quanto rappresentano un volano per tutta l’economia cittadina e non solo per le bancarelle, ma per tutte le attività commerciali cittadine, dall’abbigliamento, all’artigianato, al food e poi hanno uno straordinario ritorno d’immagine per forestieri e turisti.
    Si sarebbero dovuti spendere meglio i soldi disponibili, e magari procurarne anche altri, intercettando finanziamenti da Roma e da Bruxelles. E poi ci sono le sponsorizzazioni, come si è fatto per la copia della statua del nostro Santo patrono.
    Purtroppo, ciò a cui abbiamo assistito non può lasciarci indifferenti. Una città d’arte come Lecce non merita uno spettacolo così indecoroso.
    Luminarie misere, assenza totale di mercatini con prodotti tipici ed eccellenze locali, eccezion fatta per i classici dolciumi. Una festa scarna e disordinata (perfino una manciata di sedie buttate alla rinfusa , senza criterio, sull’ovale di piazza Sant’ Oronzo, il salotto della città, sic !).
    Ciò a cui abbiamo assistito è frutto evidente di assenza totale di visione, di programmazione, di improvvisazione. Non servono solo le risorse economiche, ma occorrono le idee ed il coinvolgimento della società civile stessa. In questi tre giorni, passeggiando per le vie del centro mi è capitato di ascoltare il giudizio di turisti, di salentini, adulti e bambini, che all’unanimità si chiedevano se fosse davvero così misera e brutta la festa di una città come Lecce.
    In questi mesi estivi mi è capitato, visitando alcune località turistiche, di vedere già pubblicati , pubblicizzati e promossi i programmi per le festività natalizie.
    Auspichiamo che l’attuale amministrazione finalmente cominci a operare per tempo con i suggerimenti e le proposte di esperti, associazioni, movimenti e semplici cittadini, che devono essere coinvolti. In modo da organizzare per il prossimo anno una festa patronale degna di Lecce. Un momento di festa che esalti la bellezza dell’immagine di Lecce, della leccesità, della salentinità“.

Lascia un commento