BREVI DI CRONACA NERA

| 13 Dicembre 2016 | 0 Comments

(g.m.)______Cavallino. All’ alba di questa mattina, una pattuglia della Polizia di Stato ha intercettato un’ auto sospetta sulla Lecce – Maglie, nei pressi del centro commerciale Conad. Gli agenti l’ hanno seguita, e fermata nel centro abitato. A bordo, un uomo di 53 anni, di Surbo, e una ‘vecchia conoscenza’ di San Donato, già arrestato per furto d’ auto, per singolare coincidenza, proprio dagli stessi poliziotti, di 54 anni.

Avevano con sé una centralina, guanti da lavoro, chiavi e cacciaviti. Sono stati denunciati a piede libero per ricettazione e per possesso di oggetti atti allo scasso.

Porto Cesareo. Rapina violenta questa mattina ai danni di un rappresentante di gioielli. L’uomo, di 62 anni, mentre usciva di casa e saliva nell’ auto parcheggiata di fronte, è stato affrontato da due banditi a volto coperto che lo hanno minacciato con le pistole, e poi, probabilmente ad un suo cenno di reazione, lo hanno colpito alla testa con un bastone, prima di fuggire con la valigetta contenente gioielli di campionario, per un valore di centomila euro circa, a bordo di un’auto guidata da un complice.

Oria. Cinque banditi, a volto coperto, armati di un fucile e di una pistola, hanno fatto irruzione nella casa di un odontotecnico di 54 anni. Lo hanno aspettato mentre rientrava in auto nel giardino della villa e lo hanno costretto ad entrare davanti a loro nell’ abitazione, dove c’ erano famigliari e amici, terrorizzati. Si sono impossessati di 3.000 euro, gioielli, orologi e sei fucili, custoditi in un armadietto blindato, e poi sono fuggiti indisturbati.

 

Category: Cronaca

About the Author ()

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.