CASA POUND INTERVIENE A TORRE CHIANCA

| 15 Aprile 2017 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Casa Pound ci manda il seguente comunicato______

Casa Pound Italia ha dedicato un’intera giornata alla marina di Torre Chianca “per riaffermare il diritto di ogni zona di Lecce al decoro e alla vivibilità”, ha dichiarato Matteo Centonze, candidato sindaco del movimento.

Era molto tempo che a Torre Chianca i residenti invocavano un intervento di ripristino del campo di calcetto e delle zone limitrofe senza ricevere un’adeguata risposta da parte del Comune e, pertanto, abbiamo deciso di agire noi“.

Così stamattina CasaPound si è presentata nella marina leccese munita di decespugliatori, recinzioni e del materiale necessario alla pulizia per rendere nuovamente fruibile il campo di calcetto e il piccolo parco giochi poco distante.

Abbiamo innanzitutto rimosso i rifiuti di ogni genere che avevano invaso il campetto e il parco giochi, riempiendo decine di sacchi da smaltire. Successivamente abbiamo tagliato l’erba delle aiuole e riqualificato il campo da calcetto, pulendolo e riparando le recinzioni”.

Durante le operazioni di riqualifica – racconta ancora il candidato sindaco di Cpi – siamo stati coadiuvati dai residenti e, in particolare, dai ragazzi che spesso frequentano il campo da calcio, entusiasti del nostro intervento. Gli stessi ragazzi ci hanno raccontato come spesso è stato impedito loro di giocare a pallone da decine di rom che occupano la struttura sportiva o che cacciano con arroganza chi sta già giocando”.

Al termine della riqualifica abbiamo consegnato simbolicamente le chiavi del campetto al presidente dell’associazione Torre Chianca Daniele Biasco, insieme al quale monitoreremo che la struttura non venga nuovamente abbandonata al degrado e vandalizzata, in particolare dai rom così come testimoniato dai residenti. Abbiamo dimostrato ancora una volta – conclude Centonze – che se c’è una reale volontà le cose si possono fare. Chi ama Lecce trova sempre una soluzione”.

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento