PROTESTA PACIFICA DEGLI ATTIVISTI NO TAP AL CANTIERE, LA POLIZIA CARICA CON I MANGANELLI, DUE FERITI

| 9 aprile 2018 | 1 Comment

(e.l.)______Continua l’ opposizione militante e pacifica degli attivisti No Tap alla costruzione del mafiodotto voluto  dagli speculatori e dalle multinazionali contro la volontà popolare.

Questa mattina presto un gruppo di volontari e cittadini della zona ha cercato, in maniera non violenta, con una semplice passeggiata sulla strada, di rallentare i lavori al cantiere di San Basilio. Sono intervenute le Forze dell’ Ordine, che, nonostante il carattere tranquillo della contestazione, hanno caricato a colpi di manganello i manifetanti. Di essi due sono rimasti feriti (nella foto) e sono stati occorsi dai sanitari del 118.

La Tap ha inviato ai mass media in mattinata il seguente comunicato: “La scorsa notte la strada di accesso al cantiere è stata nuovamente ostruita con pietre, massi e altri ostacoli per impedire il passaggio degli operai che ogni mattina si recano al lavoro. Sono stati trovati sul posto anche chiodi a tre punte lasciati sull’asfalto. Al loro arrivo, resisi conto della situazione, gli operai hanno provveduto a liberare la strada con le ruspe”.

Il Comitato No Tap sempre in mattinata ha diffuso il seguente commmento: “Ancora fatti spregevoli da parte delle forze dell’ordine sul cantiere di San Basilio. Ancora una volta atti di violenza contro i manifestanti e omissione di soccorso, ancora una volta Tap e Snam ordinano al governo di utilizzare ogni mezzo per portare a termine la loro opera. Ancora una volta, prefetto e questore eseguono gli ordini da regime totalitario, dettati da una multinazionale che sta devastando il nostro territorio. Ancora una volta, chi gestisce le forze dell’ordine sul cantiere viene preso da isteria e non riesce a mantenere il controllo. Siamo ancora qui a presidiare il cantiere mentre la dittatura in questo lembo di terra avanza inesorabile nell’immobilismo di chi sarebbe chiamato a controllare”.

Gli attiviti si ritrovano alle 18 presso il presidio “La Peppina” a San Basilio per un’ assemblea  in cui si parlerà della “democrazia violata ancora una volta, violenza gratuita contro chi difende la sua terra”.

Category: Cronaca

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Antonietta ha detto:

    Chi si sta infiltrando in mezzo al popolo del NO TAP?
    Tutti sappiamo che quest’opera è stata voluta da Renzi e compagni.
    Quindi come mai sui muri della città compaiono scritte del tipo: ” Tap,fascisti e polizia, stessa porcheria”?
    Forse sarebbe più corretto scrivere:” Tap, Renzi con tutta la compagnia, dal Salento andate via”

Lascia un commento