banner ad

LUTTO NEL MONDO DELL’AIKIDO: E’ VENUTO A MANCARE IL MAESTRO ANTONIO LANI

| 3 ottobre 2018 | 0 Comments

(mv)_____Il professore Antonio Lani se n’è andato in punta di piedi, è morto serenamente come aveva sempre vissuto, all’età di 86 anni.
Insegnante di materie pittoriche, originario di Pesaro insieme al fratello gemello Paolo, si era trasferito giovanissimo a Lecce dove entrambi hanno insegnato per tantissimi anni nel Liceo Artistico della nostra città.
Artista a tutto tondo, le sue opere le  troviamo  esposte in tanti locali pubblici, uffici di professionisti e in case di privati. Sbalzi, ceramiche smaltate, lavori in terracotta, olii su tela, si incontrano quando dove meno te lo aspetti, persino a volte facendo una visita ai defunti visitando le cappelle cimiteriali, per le quali i fratelli Lani hanno prodotto bassi rilievi, vetrate e sbalzi in metallo.
Un’altra passione era l’Aikido, l’arte marziale dell’Armonia e Antonio Lani è stato colui che ha gettato il seme e che a distanza di tanti anni ha dato i suoi frutti, tanto è vero che tutte le scuole di Aikido che fanno riferimento all’Aikikai d’Italia che operano sul nostro territorio partono dai suoi insegnamenti. Dopo aver tentato tante volte, senza successo, di creare un posto dove si potesse studiare Aikido con continuità, finalmente nel 1984, dopo che  Franco d’Amore, il suo erborista di fiducia,  gli presentò Valerio Melcore, questi organizzò un primo gruppo che si allenò inizialmente nella palestra di un giovanissimo Gino Nosi, Maestro di Karate.

L’anno successivo furono coinvolti altri amici, tra cui Piero Linciano che insieme diedero vita al dojo il Cavaliere.
Oggi sono tante le scuole e tante le persone che vestono l’hakama grazie agli insegnamenti che il Maestro Lani ha trasmesso proprio in quello scantinato a Cavallino in via Di Vittorio, Valerio Melcore, Piero Linciano, Maurizio Martina, Antonio Cannone, Massimo Montinaro, poi è stata la volta di Giovanni Caputo, e ognuno di questi poi a sua volta ha preparato nuovi allievi. Oggi le cinture nere che praticano l’arte dell’Aikido non si contano più.
Ieri, sui siti del gruppi di Aikido, tante le frasi di cordoglio, i ricordi per il Maestro scomparso ed il ringraziamento per gli insegnamenti ricevuti.
Facendo mio quanto ha scritto ieri l’amico Antonio: “Maestro grazie per i tuoi insegnamenti…non ti dimenticheremo mai… che la terra ti sia lieve. Riposa in pace”.
Ciau Mesciu.

(Nella foto il Maestro Antonio Lani in una foto del 2014 durante lo stage con il Maestro Mongardini. Si festeggiava il Trentennale della nascita del dojo Il Cavaliere, già malato non aveva voluto però rinunciare ad essere presente per quell’occasione)

Category: Cronaca

Lascia un commento

banner ad
banner ad