MAGGIORANZA DI GOVERNO NAZIONALE SPAPPOLATA IN PUGLIA, CONTRO EMILIANO C’E’ ANCHE SCALFAROTTO

| 21 giugno 2020 | 0 Comments

(g.p.)______Centro sinistra sempre più spaccato, su Michele Emiliano, per le prossime elezioni regionali in Puglia, del 20 settembre.

Il presidente uscente, forte dell’affermazione alle primarie del Pd del gennaio scorso, cerca la riconferma, con vecchi e nuovi sostenitori.

Ma non trova quelli della maggioranza di governo nazionale.

Il M5S correrà da solo con una propria lista, con Antonella Laricchia candidata a presidente.

Notizia di questa mattina, correranno da soli anche gli altri partiti di centro sinistra Italia Viva, Azione e +Europa, vale a dire le formazioni di Matteo Renzi, Carlo Calenda ed Emma Bonino, intorno ad un loro candidato unitario, che sarà Ivan Scalfarotto (nella foto).

Attualmente è sottosegretario alla difesa del governo Conte; in passato è stato sottosegretario nei   governi di Matteo Renzi e di Paolo Gentiloni; prima ancora coordinatore regionale del Pd in Puglia, voluto proprio da Michele Emiliano.

Ha 55 anni, è nato a Pescara, si è trasferito a Foggia quando era bambino, poi ha iniziato la carriera professionale e politica.

Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha lavorato nella Banca Commerciale Italiana in varie sedi, nel 1992 a Milano in Direzione Centrale; nel 1995 entra in Banco Ambrosiano Veneto;  dal 2002 è a Londra per dirigere le risorse umane di Citigroup.

“Mi occupo di democrazia, diritti, impresa e affari internazionali”, campeggia sulla sua pagina Facebook, su cui ha dato egli stesso la notizia questa mattina: “Con Italia Viva, Azione e +Europa, mi metto a disposizione per rappresentare la politica che vuole affrontare la crisi con il coraggio e la speranza, sapendo che la Puglia ha in sé il dinamismo, la forza, la bellezza e tutte le risorse necessarie per farcela.
C’è un’alternativa al sovranismo antieuropeista delle destra, al populismo di palazzo di Emiliano e alla decrescita infelice del M5S”.

 

Category: Politica

Lascia un commento