CONTRO LA FRODE XYLELLA, LA LOTTA CONTINUA. “Complottista è chi nasconde la verità”

| 22 Marzo 2023 | 0 Comments

di Giuseppe Puppo ______ Ci fu, cinque anni fa, qualche politico che sul tema compì una vera e propria ‘rivoluzione copernicana’, trasformandosi di punto in bianco, così, all’improvviso, da movimento di lotta contro la frode, a partito di governo del sistema.

C’è qualcun’altro, almeno coerente, che ancora in questi giorni continua ad evocare un “processo storico-politico sulla strage degli ulivi per capire chi favori il suo dilagare, con azioni, omissioni, convenienze e paure”, cioè a suo modo di intendere “togliendo la parola, come dovrebbero fare i guardiani della democrazia, a chi diceva cose contro la prova scientifica“.

Quale scienza?

La scienza non è verità assoluta, la scienza non è sciolta dai legami col potere, la vera scienza è fatta di confronto, ipotesi, sperimentazione, non deve diventare mai dogma rivelato strumentale ai propri interessi..

Beh, quanto meno, una strana idea della democrazia, di costoro che, sebbene siano stati più volte e da più parti sollecitati in tal senso, hanno sempre rifiutato ogni confronto, ogni sereno e consapevole approfondimento delle tesi e delle idee altrui, mettendole a confronto con le proprie; e che non conoscono il dubbio di Bertold Brecht:

Splendida è la loro digestione, infallibile il loro giudizio.
Non credono al fatti, credono solo a se stessi. Se occorre,
tanto peggio per i fatti. La pazienza che han con se stessi
è sconfinata. Gli argomenti li odono con l’orecchio della spia.

e anzi ora agli altri, definiti ‘stregoni’, ‘sciamani’, ‘negazionisti’ e ‘complottisti’, vorrbbero addirittura negare la libertà di opinione e di espressione.

Ma, in verità, Luc Montagnier ce lo ha insegnato: “Complottista è chi nasconde la verità”.

C’è qualche altro politico che, dopo aver a lungo fatto comunella di interessi in Europa con alcune lobby del Pd, al governo in Italia c’è andato adesso, in un partito, Fratelli d’Italia, che sul tema, del resto, ora come prima, altro che sovranista e nazionale, si è caratterizzato per non avere idee, ma di saperle esprimere benissimo, evocando lo spettro di un ‘commissario straordinario con pieni poteri’ ad hoc.

Per fare che?

Continunare ad eradicare gli alberi? A impiantare specie aliene, stravolgendo il territorio? Ad avvelenare tutta la terra con i prodotti chimici? A favorire le speculazioni che sul tema si annunciano in tutta evidenza, quali i resort di lusso, gli impianti fotovoltaici, gli affari multinazionali dell’agroalimentare?

Il tutto su quei terreni lasciati abbandonati, e poi bruciati.

Vedremo. Informazione, e vigile attesa. Pronti a urlare di nuovo, in difesa del territorio.

Infine, per ritornare all’attualità di questi giorni, a proposito di informazione, c’è chi, rimpiangendo di aver dato fede al celebre, quanto efficace, slogan ‘la xylella an capu la tiniti’, si converte al partito unico mainstream sulla causa del disseccamento rapido degli ulivi e sulla mancanza di cure.

Ora, sempre per stare attalità e all’informazione, qui sotto nel nostro nuovo approfondimento, dopo tutti quelli che abbiamo proposto in tutti qesti anni, ostinati e contrari: un appuntamento, e un ripassino veloce.

Oddio, mica tanto veloce, il ripassino, ma ci va la necessaria pazienza e soprattutto la necessaria onestà intellettale.

L’appuntamento è per domani, giovedì 23 marzo, ore 18.30, a Castellana Grotte.

INCONTRO CON MARGHERITA CIERVO SULLA XYLELLA A CASTELLANA GROTTE GIOVEDI’ 23

Per la serie: non è mai troppo tardi…

Il ripassino sta sul diario di Facebook di Crocifisso Aloisi, nelpost di ieri fissato in alto

https://www.facebook.com/crocifisso.aloisi



Category: Costume e società, Cronaca, Cultura, Eventi, Politica

About the Author ()

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.