ALLO STUDIO UN AIUTO PER I DEBITORI DI EQUITALIA

| 13 Ottobre 2016 | 0 Comments

di Stefania Isola * (avvocato – per leccecronaca.it)______

Con la prossima Legge di Stabilità, come è scritto in una relazione illustrativa del governo in vista della manovra che dovrebbe essere presentata alle Camere il prossimo 20 ottobre, potrebbero essere circa 400 mila i contribuenti che avrebbero accesso alla maxi-operazione di rottamazione delle cartelle di Equitalia.

La rottamazione delle cartelle di Equitalia – ha dichiarato il viceministro dell’economia Enrico Zanetti – è una mossa intelligente che consente a molte piccole imprese di voltare pagina rispetto a uno degli effetti più odiosi della lunga crisi”.

Il condono non è tuttavia certo poiché ancora in fase di studio e sviluppo soprattutto a causa della titubanza del Ministro Pier Carlo Padoan.

Come chiarito ancora da Zanetti, non si tratterebbe di un vero e proprio condono, ma di un aiuto ai contribuenti al fine di regolarizzare le posizioni di evasione fiscale attraverso un meccanismo simile a quello del voluntary disclosure.

Nei fatti la misura dovrebbe prevedere il pagamento, in un’unica soluzione o fino a tre rate entro il 2017, di quanto dovuto con la cancellazione di sanzioni ed interessi sostituiti da un aggio forfettario nella misura del 3%.

Per i casi più gravi di evasione fiscale, gli aderenti alla rottamazione vedranno interrotto l’eventuale processo penale a proprio carico, a meno che non sia già stato aperto il rito processuale.

Il governo sta valutando di estendere anche la rottamazione a chi ha rateizzato il proprio debito. In pratica, si estinguerebbe tutto in dieci anni, a patto di non mancare il pagamento di otto rate, anche non consecutive, pena l’interruzione della dilazione. Anche in questo caso si beneficerà di sconti sugli interessi.

La quantificazione dei carichi affidati ad Equitalia dal primo gennaio del 2000 fino al 31 dicembre del 2015 ammonta a 1.058 miliardi di euro. In pratica una somma pari a circa la metà del debito pubblico italiano.

Category: Costume e società, Cronaca, Politica

Lascia un commento